2012. Il X pianeta sta tornando, ma i Sumeri già lo sapevano....
sulla notizia

 
Arte e Cultura  »  
Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook

2012. Il X pianeta sta tornando, ma i Sumeri già lo sapevano....

Zecharia Sitchin ha dato una nuova lettura del poema cosmogonico sumero. Una rilettura agghiacciante...

2012. Il X pianeta sta tornando, ma i Sumeri già lo sapevano....

Con l’approssimarsi della fatidica data prevista dai Maya per la “fine dei tempi”, qualsiasi cosa questa significhi, si moltiplicano i catastrofisti, che vedono un futuro di forti devastazioni,  e gli ottimisti che, viceversa, vedono nell’inizio di una nuova era, quella dell’acquario, una sorta di ritorno ad una perduta età dell’oro.
Esistono alcuni studiosi che sono stati derisi negli anni passati che forse meriterebbero una rilettura più critica e meno ilare dei loro lavori. E mi sto riferendo in primis ai pionieri dell’archeoastronomia o, non è la stessa cosa ma lì si va a finire, ai teorici del “paleocontatto”.

Nel 1976 Zecharia Sitchin pubblicò, in cinque libri, i risultati delle sue ricerche sui sumeri e sulle civiltà precolombiane. Zecharia Sitchin elaborò la teoria degli Annunaki partendo dallo studio della Bibbia e dall’ostico passo che vede protagonisti i Nephilim poi tradotti ora con “Giganti”, ora con “eroi”, gli uomini dello Shem, gli uomini del “nome”.
Secondo Zecharia Sitchin gli Annunaki, provenienti dallo spazio profondo, giunsero sulla terra e qui, per i loro interessi, fecero compiere il salto evolutivo ad alcuni ominidi, già presenti, dando vita, in seguito ad esperimenti di ingegneria genetica, all’umanità.
Messa così sembrerebbe che il povero Zecharia Sitchin abbia trascorso un po’ troppo tempo in qualche ospedale psichiatrico.
Se non fosse che lo stesso Zecharia Sitchin è anche uno dei maggiori sumerologi viventi e ha trovato e tradotto delle tavolette sumere che sembravano narrare di un viaggio nel nostro sistema solare a partire dall’esterno.

L’Enuma Elish è il poema della cosmogonia sumera ma, sempre secondo Zecharia Sitchin, altro non era che un ricordo del viaggio degli Annunaki sul nostro pianeta.
E di cosa sia in seguito successo, ossia di pianeti che si sono scontrati in un lontanissimo passato.
La rilettura, in chiave cosmica, dell’Enuma Elish fornisce, a parere di Zecharia Sitchin, una spiegazione coerente per, solo per citare i risultati più significativi:

·         La formazione della fascia degli asteroidi

·         Le straordinarie dimensioni della Luna rispetto alla Terra

·         Il rango di Plutone come non pianeta

Attenzione alle date. Questo pubblicò Zecharia Sitchin nel 1976.
Oltre 30 anni dopo Plutone è stato retrocesso, da astronomi e non da studiosi dilettanti, come pianeta b, come Cerere ed altri.
E se provate a vedere il rapporto distanza/dimensioni tra pianeti e satelliti l’anomalia della Luna salta agli occhi come qualcosa di “strano”.
Zecharia Sitchin a suo dire capì che i poemi non parlavano di battaglie tra dei, ma di scontri celesti e, una volta aggiustato il tiro, tutto tornò a, come un puzzle magico, a posto.
Simili affermazioni cozzano in modo forte con i paradigmi vigenti.

Come potevano i sumeri sapere che Plutone non era un pianeta ma, secondo Zecharia Sitchin, il risultato di uno scontro tra due grossi pianeti? Ossia un pezzo lanciato nelle profondità che si inserisce, in virtù delle leggi di attrazioni, in un nuovo corridoio orbitale. In tal modo si spiegherebbe anche il suo moto di rotazione e rivoluzione.
L'orbita di Plutone è la più anomala di tutto il Sistema Solare, in quanto è inclinata di ben 17 gradi sul piano dell'eclittica, è la più eccentrica (con un'ellitticità pari a 0.246) ed infine è quella che devia maggiormente dalla legge di Titius-Bode, che descrive le distanze dei vari pianeti dal Sole.
Per i sumeri, ovvero per gli Annunaki, Plutone altro non era che uno “sfrido” lanciato nello spazio. Mentre la Luna era un pianeta in formazione che non ha, causa uno scontro, portato a termine la sua “missione”.

Il lavoro di Zecharia Sitchin è monumentale e riassumerlo in poche righe è impossibile, ma qualche sassolino se lo sta togliendo; gli Annunaki iniziavano i loro racconti celesti da Nettuno e Urano, che loro chiamavano “pianeti gemelli”.
Le sonde del XX secolo hanno confermato delle straordinarie analogie tra i due pianeti.
Ma come facevano i sumeri a saperlo e a immortalare ciò nelle loro tavolette e raccontini che ora sembrano assumere una nuova valenza?
Ma, mentre Zecharia Sitchin completava i suoi 30 anni di studi sumeri, sulla fine degli anni sessanta uno svizzero di nome Erich Von Daniken giunse a conclusioni simili, seppur la profondità delle nozioni di Sitchin sia superiore.
Einstein è stato uno dei più grandi scienziati del novecento, ma aveva una mente straordinariamente aperta. Non accettò mai del tutto la meccanica quantistica, ma leggeva con interesse teorie considerate “eretiche” quali quelle di Charles Hapgood e Ivan Velikovsky.

Ivan Velikovsky è stato una mente brillante, seppur poco conosciuta del XX secolo, medico e matematico elaborò alcune interessanti teorie sulla formazione delle comete e sull’effetto delle stesse sul nostro sistema solare.

Il suo libro “Mondi in Collisione” fu trovato sul comodino di Einstein al momento della sua morte.

E non è il caso di fare dell’ironia.
Un’ultima cosa. Zecharia Sitchin, sempre attraverso lo studio delle tavolette sumere, ipotizzava la presenza di un X (decimo) pianeta.
E questa esistenza di un X pianeta è un’ipotesi che viene presa in considerazione anche da accreditati astronomi.
E sempre secondo Zecharia Sitchin è questo pianeta, molto grosso, che ha provocato nei suoi passaggi svariati cataclismi, l’ultimo quello noto come Diluvio.
La scienza non è stato ancora in grado di individuarlo, seppur alcune anomalie nelle traiettorie di altri pianeti sono una labile traccia, in virtù della sua orbita.
Detto pianeta però starebbe tornando dalle nostre parti.

Un'ennesima conferma che stiamo vivendo giorni cruciali?

                                      Massimo   Bencivenga

 
Tag Clouds

2012

misteri

fine del mondo

ARTE E CULTURA
 
ARTE E CULTURA
SE L'ANTIBIOTICO-RESISTENZA DIVENTA UN PROBLEMA SANITARIO ED ECONOMICO GLOBALE
L'INGLESE STA CAMBIANDO: ECCO LE SUE TRE PRINCIPALI EVOLUZIONI
I BLOG SULL'ANTIFURTO CASA: OPINIONI E VALUTAZIONI
LAVORARE NEL CAMPO DELLE RISORSE UMANE
PANTALONI DA CACCIA: QUALI SCEGLIERE
IL DESTINO DELL'EROE - AGE OF HERACLES. QUARTA E ULTIMA PARTE
 
 
Fai di SullaNotizia la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

SullaNotizia - Giornale Online di Puntocomunicazione P.IVA: 03115080610