Come acquistare un'attività in sicurezza
sulla notizia

 
Cronaca  »  
Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook

Come acquistare un'attività in sicurezza

Quali sono gli aspetti che vale la pena di prendere in considerazione se si vuole acquistare un'attività in totale sicurezza?

Come acquistare un'attività in sicurezza

Per chi è intenzionato a comprare un'impresa o un esercizio commerciale, spesso il compito più impegnativo è quello di verificare l'affidabilità e l'attendibilità del venditore: a volte, infatti, dietro un annuncio "cedesi attività" possono nascondersi delle insidie che, ovviamente, il cessionario non vuol far conoscere per evitare che il prezzo scenda.

Per questo motivo, se si è interessati ad un'azienda in vendita, può tornare utile fare riferimento a un mediatore che, come suggerisce il nome, faccia da tramite tra le due parti, garantendo equidistanza e obiettività. Occorre segnalare che il compito di tale figura non è quello di agevolare il venditore o il compratore, ma semplicemente di fare sì che entrambi siano soddisfatti nel rispetto delle normative. Ovviamente, al mediatore spetta una provvigione, tenendo conto che il suo ruolo non consiste semplicemente nel mettere le parti in accordo le parti, ma va ben oltre, prevedendo anche la redazione del contratto: un contratto che deve vincolare le parti con clausole trasparenti e comprensibili, ma al tempo stesso rigide.

Nel caso di vendita di aziende, il mediatore riceve una provvigione sia da chi vende che da chi acquista nell'eventualità in cui il suo intervento sia decisivo per la conclusione dell'affare. Se non si arriva a un accordo sull'entità e sulla proporzione della provvigione, entra in gioco un giudice, che è tenuto a stabilire se l'intervento del mediatore ha effettivamente dato il la a un apporto causale tra il servizio offerto e l'accordo. Il diritto alla provvigione, in realtà, può derivare semplicemente dall'individuazione di un venditore (per il compratore) o dalla segnalazione dell'affare, a patto che la stipula del contratto rappresenti la conseguenza della ricerca operata dal mediatore.

Chiaramente il ricorso a una figura di questo tipo non è obbligatorio, ma è solo una possibilità di cui le parti possono usufruire, in base alle loro esigenze e tenendo conto delle rispettive preferenze. Un modo, insomma, per trovare una controparte interessata all'affare che si vuole portare a termine e, per di più, per arrivare a un accordo conveniente per tutti, sicuro e garantito.

 
CRONACA
 
CRONACA
LAUREE BREVI: PORTANO SUBITO LAVORO E GUADAGNI
WALTER NUDO A TALE QUALE SHOW: IL RISCHIO NON PAGA?
CROCCHETTE PER CANI, QUALI SCEGLIERE?
ARRIVA IL DEPOSITO SELF SERVICE CONTRO I PROBLEMI DI SPAZIO
L'IMPORTANZA DELLA REGISTRAZIONE DI UN MARCHIO
PERCHÉ C'È BISOGNO DEL RECUPERO DATI
 
 
Fai di SullaNotizia la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

SullaNotizia - Giornale Online di Puntocomunicazione P.IVA: 03115080610