Iperprice: il popolo di chi fa shopping in rete sceglie la bandiera del prezzo migliore
sulla notizia

 
Segnala su:     segnala su OKNOtizie    Segnala su Del.icio.us     sagnala su facebook

Iperprice: il popolo di chi fa shopping in rete sceglie la bandiera del prezzo migliore

DUE DIFETTI FONDAMENTALI DELLO SHOPPING IN RETE

Iperprice: il popolo di chi fa shopping in rete sceglie la bandiera del prezzo migliore

Fra tante startup che in questi ultimi anni popolano la rete – a volte in maniera, va detto, molto effimera – da qualche mese sta facendo parlare di sé Iperprice, un portale (sviluppato interamente in Italia) che si pone l’obiettivo, che è difficile definire meno che ambizioso, di diventare una tappa di passaggio standard per tutti coloro – e sono ormai sempre di più – che fanno i loro acquisti sui tanti siti di vendita disponibili online. Come conquistarsi questa posizione? Secondo i fondatori, che abbiamo intervistato, partendo dai due difetti fondamentali dello shopping in rete e risolvendoli entrambi con semplicità.

DUE DIFETTI FONDAMENTALI DELLO SHOPPING IN RETE

Paradossalmente, ci hanno fatto notare, i peggiori difetti del sistema di acquisto online – quelli che, secondo i fondatori di Iperprice, frenano una crescita molto più rapida e significativa di questo modo di comprare i più diversi articoli – sono conseguenze dirette di quelli che sono i più grandi pregi degli acquisti in rete, ossia la varietà e il basso livello dei prezzi.

Ma come è possibile questo?
Il punto di vista del team Iperprice è semplice. La varietà di articoli, modelli, e marche disponibili in rete è sicuramente di per sé un aspetto che i compratori online apprezzano molto: con grandissima comodità si possono visionare decine di prodotti che, girando per negozi tradizionali, difficilmente si potrebbero vedere tutti. Ma nel momento in cui all’acquirente potenziale manca la competenza per valutare questi articoli, per capirne le differenze reali e quindi scegliere il più adatto alle proprie esigenze, la varietà diventa confusione, il primo difetto di cui parlavamo: un difetto bloccante, perché sono tanti coloro i quali, per evitare di sbagliare, abbandonano l’idea di acquistare in rete.

Il secondo punto di forza di cui parlavamo è il livello dei prezzi: la concorrenza altissima presente su Internet ha messo a disposizione dei clienti prezzi mai visti prima, e sovente in continuo ribasso. Ma anche qui, proprio il fatto che il prossimo sito potrebbe offrire un prezzo migliore di quello che si sta visionando, e quello successivo un’offerta ancora migliore, e così via, diventa per molti un punto debole: il timore di spendere più del giusto, e di scoprirlo con gran delusione. Anche questo fattore è, per molti possibili compratori online, bloccante.

UNA SOLUZIONE SEMPLICE: INFORMAZIONE E CHIAREZZA

A questi problemi, che sono intrinseci al modo in cui si è sviluppato lo shopping online, e quindi ne fanno ormai parte a livello molto basilare, deve esser posta una soluzione esterna: e questo è, appunto, lo scopo di Iperprice. Il portale si presenta come una sorta di enorme catalogo, organizzato comodamente per categorie e sottocategorie merceologiche in modo da rendere la navigazione molto intuitiva e semplice, e permettere di trovare rapidamente il tipo di articolo che si sta cercando; e per decine di migliaia di prodotti diversi c’è una pagina dedicata, che presenta in maniera molto chiara le caratteristiche salienti dell’articolo in una scheda tecnica compatta e di facile lettura, che permette di fare confronti fra prodotti e scegliere in maniera informata – ed eliminare il problema della confusione.

E per il prezzo? Qui sta, forse, l’idea più innovativa del team Iperprice. Oltre ai dati tecnici, il database aggiornato degli articoli caricati nel portale include anche i dati sui prezzi a cui ogni prodotto è disponibile sui maggiori siti di vendita. Sulla pagina dedicata a ogni articolo è quindi presente in bell’evidenza un bottone: cliccandolo, si viene trasportati direttamente sul sito che fa l’offerta migliore, evitando il timore di spendere più del necessario. L’uovo di Colombo?

 
ECONOMIA & FINANZA
 
ECONOMIA & FINANZA
I TREND MODA PER L’INVERNO 2017-2018
OROLOGI PER RAGAZZI: MODELLI DA REGALARE
ONORARI AVVOCATO: SENZA UN ACCORDO FANNO FEDE I PARAMETRI FORENSI
MESSINA, CONDOMINI MOROSI: 4 SU 5 NON PAGANO LE BOLLETTE DELL’ACQUA
BUSINESSONLINE.IT: L’IMPORTANZA DI ESSERE SEMPRE AGGIORNATI
PNEUMATICI: UNA BREVE GUIDA ALLA SCELTA
 
 
Fai di SullaNotizia la tua home page   |    inserisci nei preferiti  |  mappa del sito  |  redazione  |  pubblicità

SullaNotizia - Giornale Online di Puntocomunicazione P.IVA: 03115080610